Qual è il miglior burro per tatuaggi?

Il burro per tatuaggi è ben più di una semplice crema: è un concentrato di ingredienti naturali, dalle proprietà benefiche. Vediamo quali sono e come concorrono alla bellezza dei tatuaggi.


Tu che ami tanto i tattoo e sai perfettamente che queste opere d’arte devono sopravvivere allo scorrere del tempo, sei di sicuro consapevole che il miglior burro per tatuaggi è quello che ti consente di favorirne la guarigione e di conservarlo a lungo brillante e ben definito.

Ma con così tante opzioni disponibili sul mercato, come scegliere il miglior burro per tatuaggi? Se hai dubbi in proposito, sei arrivato nel posto giusto. In questo articolo, ci addentreremo nel mondo dei burri per tatuaggi, esplorando le proprietà degli ingredienti naturali e i loro benefici per il mantenimento dei tattoo. Iniziamo questo viaggio scoprendo a cosa serve il burro per tatuaggi.

Perché è importante scegliere il miglior burro per tatuaggi?

La risposta a questa domanda è semplice: perché per restare sempre vivido e colorato, il tatuaggio ha bisogno di idratazione e nutrimento. O meglio, è la tua pelle ad averne bisogno, in ogni momento.

Un buon burro per tattoo, infatti, ti sarà utile a cominciare dalla fase di guarigione del tatuaggio appena fatto che, lo ricordiamo, va considerato come una ferita aperta. Durante i primi giorni, quindi, il miglior burro per tatuaggi è quello che permette di ridurre l’infiammazione, il prurito, il rossore e di creare una sorta di barriera contro gli agenti esterni, primi fra tutti quelli patogeni, come i batteri.

Trattando il tatuaggio in questo modo, infatti, da una parte puoi accelerare il processo di cicatrizzazione, dall’altra prevenire eventuali infezioni. Inoltre, idratando la pelle appena tatuata, la manterrai liscia ed elastica, evitando di farla seccare, con conseguenze nefaste per l’estetica del tattoo.

Ma il burro per tatuaggi funziona in modo eccellente anche per la cura a lungo termine del tatuaggio, evitando che questo possa sbiadire e perdere la sua originale lucentezza. Con il trascorrere del tempo, infatti, la pelle tende a diventare sempre più secca e a perdere la sua naturale elasticità, due fattori che a lungo andare compromettono la bellezza dei tattoo, che iniziano a perdere colore e definizione.

Un buon tattoo butter, invece, contribuisce a mantenere la pelle idratata, elastica e ben nutrita, facendo in modo che l’aspetto del tatuaggio rimanga quello dei primi tempi. Ma quali sono le caratteristiche principali del miglior burro per tatuaggi?

Tattoo butter: caratteristiche essenziali

tattoo-butter

Di burri per tatuaggi ce ne sono molti tipi, ma per essere considerati di buona qualità, devono possedere le seguenti caratteristiche:

  • essere a base di ingredienti naturali – in commercio esistono decine di creme a base di burro per tatuaggi, ma tu concentrati solo su quelle a base di ingredienti naturali. Queste sostanze, infatti, non solo idratano la pelle, ma possiedono anche proprietà antinfiammatorie e antibatteriche, che possono aiutare a prevenire le infezioni. Inoltre, sprigionano un’efficace azione antiossidante, perfetta per mantenere la pelle in salute, e prevengono la secchezza della pelle, nemico numero 1 dei tuoi tatuaggi.
  • essere privi di sostanze nocive – al fine di contenere i costi, talvolta i burri per tatuaggi sono realizzati con petrolati, parabeni, coloranti artificiali, profumi sintetici e altre sostanze chimiche potenzialmente nocive, che possono interferire con il processo di guarigione ed irritare la pelle. Evitali.
  • avere la giusta consistenza – spesso sottovalutato, questo è un aspetto cruciale nella scelta del miglior burro per tatuaggi. Scegliere un tattoo butter troppo pastoso, soprattutto in fase di guarigione del tatuaggio, significa favorire il distacco precoce delle crosticine, che a causa dello sfregamento, tenderanno a staccarsi. Inoltre, un buon burro per tattoo deve certamente creare una sorta di barriera protettiva sulla pelle, ma senza ostruire i pori, al fine di consentire la traspirazione dell’epidermide.

Chiariti i fondamentali, scopriamo su quali ingredienti naturali contare per la cura del tatuaggio a breve e a lungo termine.

I migliori ingredienti naturali per il burro per tatuaggi

olio-di-cocco-per-tatuaggi

Se vuoi avere la certezza di scegliere i migliori prodotti per tatuaggi, concentrati sugli ingredienti, tenendo presente che i primi indicati in etichetta, sono quelli presenti nelle maggiori quantità.

Ecco, dunque, quali ingredienti naturali devono essere presenti in un buon burro per tatuaggi:

  • Burro di karitè – noto per le sue eccellenti proprietà idratanti, aiuta a mantenere la pelle morbida ed elastica.
  • Olio di cocco – è un ottimo idratante naturale, che combatte la formazione delle smagliature. Inoltre, rilascia un gradevolissimo profumo.
  • Vitamina E – potente antiossidante, combatte l’azione dei radicali liberi, contrastando l’invecchiamento della pelle. Per questa ragione, se cerchi il miglior burro per tatuaggi, questa vitamina deve assolutamente essere presente
  • Olio di jojoba – quest’olio è chimicamente simile al sebo naturale della pelle e contrasta la formazione di rughe.
  • Burro di illipè – emolliente ed idratante, questo burro per tatuaggi è particolarmente utile per trattare la pelle secca e poco elastica.
  • Burro di cupuaçu – ricco di acidi grassi, aiuta a mantenere l’elasticità della pelle. Inoltre, crea un efficace effetto barriera e stimola il processo di cicatrizzazione del tatuaggio.
  • Crusca di riso – combatte l’invecchiamento cutaneo, grazie agli acidi oleico, linoleico e palmitico. Inoltre, previene la formazione di macchie cutanee e rughe.
  • Olio di ricino– purificante e lenitivo, quest’olio sprigiona un’azione antibatterica e protettiva.

Come vedi, è ovvio che per acquistare il miglior burro per tatuaggi, dovrai verificare che questi ingredienti naturali siano compresi nella sua formulazione.

Come usare gli unguenti per tatuaggi a base di burro

Le modalità di utilizzo del burro per tatuaggi differiscono in relazione al momento in cui andrai ad usarlo. Durante i primi giorni, quando il tattoo è appena fatto, devi prima lavare delicatamente la zona tatuata e, solo dopo averla tamponata delicatamente con un asciugamano pulito, applicare una piccola quantità di burro. Considera che non è necessario applicare uno strato spesso di burro, anzi, la copertura deve essere piuttosto sottile per lasciare respirare la pelle. Inoltre, prevedi di applicare il burro almeno 3 volte al giorno, in modo da favorire la guarigione del tattoo.

Una volta che il tatuaggio sarà cicatrizzato, l’uso del burro per tatuaggi sarà limitato ad una sola volta al giorno o, comunque, ogni volta che sentirai la pelle seccarsi. Il punto è che il tatuaggio deve rimanere sempre ben idratato.

Insomma, la verità è che il miglior burro per tatuaggi sarà il tuo più valido alleato per avere sempre un tattoo ben definito, con colori vividi e brillanti. Non sai quale scegliere? Just Care Tattoo è la risposta. Scegli i nostri burri e le nostre creme per tatuaggi a base di burri pregiati ed ingredienti naturali di prima qualità: il tuo tattoo merita il meglio.

Ornella Gribaldo

Di piace questo articolo?

Condividilo su Facebook
Condividilo su Twitter
Condividilo su Linked'in
Condividlo su Pinterest

Lascia un commento

Su di me

Post recenti

Seguici su